CATASTO DEGLI INCENDI – ART.10 LEGGE N.353/2000

Ultima modifica: 21/04/2015

Con grande soddisfazione per il risultato raggiunto, la Comunità Montana del Catria e Nerone, dopo aver redatto gli elaborati per la costituzione del Catasto degli Incendi dei Comuni di Apecchio, Cagli, Cantiano e Piobbico, (Acqualagna non ha incendi nell'anno 2007), ha provveduto alla consegna degli stessi ai Comuni in data 23.11.2007, in un incontro presso la sede dell'Ente. Ora i Comuni, come stabilito dal comma 2, art.10 della Legge n.353/2000, entro il 30.11.2007, dovranno provvedere alla adozione del Catasto Incendi, in Consiglio Comunale. e successiva pubblicazione per trenta giorni all'albo pretorio, dell'elenco dei soprassuoli già percorsi dal fuoco, per eventuali osservazioni. Decorso tale termine, i Comuni valutano le osservazioni presentate ed approvano, entro i successivi sessanta giorni, gli elenchi definitivi e le relative perimetrazioni. E’ ammessa la revisione degli elenchi con la cancellazione delle prescrizioni relative ai divieti di cui al comma 1 solo dopo che siano trascorsi i periodi rispettivamente indicati, per ciascun divieto, dal medesimo comma 1.

L'adozione entro il 30.11.2007 consentirà ai Comuni di rispettare i termini stabiliti dall'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3624 del 22.10.2007, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.253 del 30.10.2007.

Il Catasto degli incendi viene pertanto ufficialmente istituito partendo dall'anno 2007, in quanto è questa l'annualità consegnata e validata dal Corpo Forestale dello Stato in data 13.11.2007. Seguiranno poi gli aggiornamenti per le annualità 2006 - 2005 - 2004 e 2003 non appena il Corpo Forestale dello Stato consegnerà le relative perimetrazioni. Gli elaborati che compongono il Catasto degli Incendi sono i seguenti :

- Allegato 1 : Relazione Tecnica

- Allegato 2 : Elenco particelle catastali con uso del suolo, intestatario/i, data incendio e superfici percorse dal fuoco

- Allegato 3 : Modulo tipo C.D.U. (Certificato di Destinazione Urbanistica)

- TAV. 1      : Perimetrazione su base C.T.R. in scala 1:5000

- TAV. 2      : Perimetrazione su base Cartografia Catastale in scala 1:2000

che trovate in estratto al seguente indirizzo http://servizi.cmcatrianerone.pu.it/canale.asp?id=343

 

Inoltre tutte le perimetrazioni sono consultabili on-line attraverso il Sistema Informativo Territoriale all'indirizzo http://sit.cmcatrianerone.pu.it/cmc (N.B. E' necessaria solamente al primo accesso la registrazione attraverso il "Login" e funzione "registrazione/cambio password" ed installare i visualizzatori cartografici dal seguente indirizzo http://www.sitweb.it/sitcmc/downloads/GEdownload.html )

Pertanto una consultazione anche in sovrapposizione con tutte le altre cartografie del S.I.T., dal PRG, al PTC, PAI, Catasto, CTR, Immagini satellitari a colori ecc.

Tali informazioni sono già a disposizione on-line del Corpo Forestale delle Stato e dei rispettivi Comandi di Zona e della Regione Marche.

Ci sentiamo di formulare un ringraziamento particolare al Dott. Carlo Carbini ed al Dott. Maurizio Cattoi del Corpo Forestale dello Stato - Comando Provinciale di Pesaro, per averci fornito i dati delle perimetrazioni in un formato compatibile con i Sistemi Informativi Territoriali.

Saremo inoltre pronti ad ogni suggerimento che dovesse portare ad un miglioramento dei dati elaborati e ad uniformarci ad eventuali linee guida "comuni" che dovessero essere stabilite dalle istituzioni preposte.

 

Il Responsabile Area Tecnica

Guerra Lucio

tecnico@cm-cagli.ps.it

0721/787068